Professionisti iscritti alla gestione separata INPS esclusi dai 600 euro perché dipendenti - novità importante!

Una bella novità contenuta nel decreto rilancio per i professionisti iscritti alla gestione separata INPS che hanno anche il lavoro dipendente.

La maggior parte dei forfettari è iscritta alla gestione separata INPS come professionista, e molti di loro esercitano questa attività affiancandola a un lavoro dipendente, magari part time. 
Ma, nel caso dei famosi 600 euro erogati dall’INPS alle partite IVA, questa condizione faceva sì che la domanda venisse respinta.

A maggio è previsto un nuovo contributo a fondo perduto di almeno 1.000 euro erogato dall’Agenzia delle Entrate.
Il decreto “rilancio” prevede che a questo contributo possano accedere tutti i professionisti a meno che non abbiano già beneficiato dei 600 euro.

Quindi leggendo la bozza del decreto (non ancora pubblicato mentre stiamo scrivendo questo articolo) la conclusione è una sola: gli esclusi dai bonus dei 600 euro dell’INPS possono chiedere, se presenti le altre condizioni, il contributo a fondo perso all’Agenzia delle Entrate.

Abbiamo avuto la sensazione di questa interpretazione fin da subito, ma ci sembrava troppo bella per essere vera. Oggi che anche un commentatore autorevole de “Ilsole24ore” giunge alla nostra stessa conclusione ci sentiamo autorizzati a pubblicare la notizia.

Quindi per riepilogare:
i professionisti iscritti alla gestione separata, che non hanno usufruito dei 600 euro INPS perché dipendenti o iscritti dopo il 23/2/2020, potranno chiedere il contributo a fondo perduto all’Agenzia delle Entrate, se il loro fatturato di aprile 2020 è stato inferiore a quello di aprile 2019 di almeno il 33%.

Lo staff di ForfettApp

(articolo aggiornato al 18 maggio 2020)

 

Se hai delle domande, iscriviti al gruppo: noi di forfettapp



Iscriviti alla newsletter!

Notizie sul mondo dei forfettari e su ForfettApp. Gratis, nella tua casella di posta.


Scarica la versione gratuita di ForfettApp

ForfettApp